Rédaction

Le Peuple Valdôtain

Mise à jour 24 mai 2016 - 20:11

Union Valdôtaine, le mouvement en ligne

Home Agenda

Agenda: 14/03/2012

Section de La Thuile

Assemblée des adhérents de la section

20h30

au Bar Konvert Pyramide

Ordre du jour

- Organisation de la compétition de ski.
- Réservations au déjeuner.
- Cotisations.
- Divers

2XMILLE

Politique9 Mai 2016 - 09:39

Intervention du Président Pastoret au Congrès du Mouvement Stella Alpina Intervention du Président Pastoret au Congrès du Mouvement Stella Alpina C’est pour moi que d’un plaisir de prendre la parole à votre Congrès. Aujourd’hui j’aurai du être à Merano, au Congrès de la SVP, mais je n’ai pas voulu rater l’occasion d’être ici. J’y tenais pour le respect et la considération que je dois à M. Martin, avec qui j’ai eu l’occasion de travailler profitablement pendant ces années, durant mon mandat de Président de l’UV. Je lui adresse aussi mes souhaits de bon travail. A lui ainsi qu’à Carlo Marzi. Je tenais aussi à être ici pour vous apporter les salutations et les souhaits de bon travail de la part de l’Union Valdôtaine en vous assurant que nous n’oublions pas les rapports de collaboration que nous entretenons, depuis une dizaines d’années et qui nous ont vu alliés, dans la coalition qui a gagné les élections politiques et régionales en 2013 et dans celle autonomiste de centre – gauche, avec le PD, qui a largement remporté le élections municipales d’Aoste en 2015. Dans ces années nous avons travaillé profitablement ensemble. Mais, nous avons aussi vécu des moments difficiles et tout au long de cette période, nous avons du prendre acte que des changements énormes se sont produits. La récente réforme constitutionnelle nous annonce l’obligation de revoir notre architecture institutionnelle et entre temps la VDA est confrontée à des grandes difficultés découlant d’une crise sans précédent. Malgré toutes les déclarations d’optimisme nous avons constaté que le budget de notre Région a atteint le niveau le plus bas et les récentes importantes réductions budgétaires ont imposé des choix difficiles, que l’actuelle majorité UV – SA – PD, a eu le courage et le sens de responsabilité d’adopter. Les retombées de cet état de choses ne peuvent pas être négligées. Elles nous demandent de travailler pour bâtir et défendre un modèle de développement durable et soutenable, auquel nous sommes tous appelés à contribuer en défense du futur de notre Pays d’Aoste. Siamo tutti consapevoli che di fronte all’attuale stato di cose è necessario adottare soluzioni adeguate di forte impatto strutturale. Si tratta di misure e decisioni che devono vedere la luce in un quadro istituzionale determinato e coeso poiché, oggi più che mai, vi è necessità di essere uniti, di collaborare e di riaffermare i principi autonomisti della libertà, della sussidiarietà e del federalismo a cui la Valle d'Aosta è storicamente legata.Oggi al Comune di Aosta governa una maggioranza che nel 2015 si è costituita con UV – SA – PD. Nel frattempo, in Regione, c’è stato un cambiamento del quadro politico uscito dalle elezioni del 2013. Ciò è stato possibile grazie alla volontà ed alla disponibilità delle forze politiche di misurarsi, nel concreto, sui contenuti e sui programmi. Certo, si è andati al di là di quanto le elezioni avevano sanzionato. Per fortuna ciò è accaduto, cosicché si sono potuti superare gli impedimenti derivanti da una legge elettorale che invece di contribuire a garantire una maggiore governabilità ha mostrato tutti i suoi limiti. La geografia politica di 17 a 18 ha clamorosamente smentito la validità di tale strumento limitando ed impedendo quella effettiva governabilità di cui ci sarebbe stato bisogno. Ed probabile che in futuro, tale situazioni possa ancora riprodursi. Ecco pertanto che alla luce di tutto ciò noi pensiamo che nei prossimi anni sia necessario lavorare per adeguare il nostro Statuto Speciale e che per fare ciò si debba determinare una legge elettorale che dia maggiori certezze di governabilità e di stabilità, consentendo così di varare le riforme strutturali necessarie per poter disegnare un sistema Valle d’Aosta che permetta di guardare al futuro con maggiori certezze. Tutto questo senza dimenticare che nel frattempo bisogna anche amministrare e gestire il presente dando risposte alle aspettative immediate della gente a partire dai temi che più urgono quale quello del lavoro. Si tratta di un insieme di cose di non poco conto e per fare ciò è indispensabile che le forze politiche che tengono al futuro della Valle d’Aosta si parlino, individuino soluzioni e punti programmatici comuni. Attorno a questi temi, in questi giorni, il dibattito è stato particolarmente vivace ed i recenti colloqui tra le diverse forze politiche sono stati oggetto di molta attenzione. Noi crediamo che in momenti complicati come quelli che stiamo vivendo, sia utile e necessario confrontarsi per chiedersi cosa si vuole fare e dove si desidera andare. L’UV, come già detto e fatto nel recente passato, quando, con SA e successivamente con il PD, si sono sviluppati incontri e colloqui con l’intento di costruire un quadro politico più forte, non ha pregiudiziali a sviluppare nel voler ribadire la sua disponibilità a parlare ed a negoziare con tutti. Riteniamo che sia utile e proficuo parlarsi e confrontarsi quando alla base di ciò ci sono percorsi chiari, basati su contenuti e programmi ed il rispetto dei rapporti reciproci quali quelli che esistono oggi tra noi, il PD e la SA che con noi condividono le responsabilità di governo ed ai quali vanno il nostro rispetto e la nostra lealtà di alleati. Al tempo stesso siamo però aperti ad ogni confronto ed dialogo con tutti coloro che vogliono collaborare per cercare di superare le attuali difficoltà, consapevoli della necessità di costruire un modello di sviluppo consono alle esigenze attuali della nostra Comunità.

agenda

twitter

images

2016 Rencontres sul le territoire

2015 Congrès des 3 et 4 octobre

Union Valdôtaine

29, avenue des Maquisards - 11100 Aoste
TÉL +39 0165 235181 FAX +39 0165 364289
siegecentral@unionvaldotaine.org
PI 80007410071