Rédaction

Le Peuple Valdôtain

Mise à jour 22 mar 2019 - 10:09

Union Valdôtaine, le mouvement en ligne

Home Histoire Les élections Régionales 1988

1988

La liste Union Valdôtaine

Voir clair, voir loin
Depuis toujours les Valdôtains ont senti d'être une nation ayant sa propre personnalité, ses caractères particuliers, sa physionomie et un désir profond de liberté et d'autonomie réelle. Depuis le temps des Salasses, le peuple valdôtain a lutté pour assurer son identité et son indépendance, qui s'est ébauchée d'abord au temps de la Charte dés Franchises et s'est affirmée ensuite avec la création du Conseil des Commis. La lutte acharnée et démocratique contre tout pouvoir centralisé et centralisateur a depuis lors été une constante de notre histoire et elle a atteint son apogée avec l'Abbé Trèves et Emile Charroux le martyr de la Cause Valdôtaine qui a su s'élever à l'universel par sa pensée fédéraliste.

AGNESOD Gino 

ANDRIONE Mario 
BAROCCO Renzo 
BIANQUIN Leo 
BIELLER Riccardo 
BREUVÉ Ernesto 
CARREL Antonio 
CORIASCO Luciano 
DI LORETO Maria Luisa 
DUPONT Vittorio 
ENRICO Sergio 
FAVAL Renato 
FAVRE Renato 
FERRÉ Renato 
LINTY Guido 
LOUVIN Roberto 
LUBOZ Alberto 
MARCOZ Ettore 
MOSTACCHI Benito 
NAUDIN Osvaldo 
NIGRA Umberto 
PASCAL Elena 
PERRIN Giuseppe Cesare 
PRADUROUX Renato 
ROLANDO Attilio 
ROLLANDIN Augusto 
RONC Nestore 
RUFFIER Osvaldo 
SQUINOBAL Piera 
STÉVENIN Francesco 
TAMONE Leonardo 
VALLET Franco 
VALLET Graziano 
VIÉRIN Dino 
VOYAT Ugo 

Le programme

Le programme [1,03 MB]

Les candidats

Les élus

AGNESOD Gino
ANDRIONE Mario
FAVAL René - Assesseur Tourisme du 27/07/1988 au 25/006/1990 - Assesseur à l'Instruction publique du 10/06/1992 au 29/06/1993
LOUVIN Robert
MARCOZ Hector
MOSTACCHI Benito
PERRIN Joseph-César - Assesseur à l'Agriculture du 27/07/1988 au 25/06/1990 - et du 9/15/1992 au 29/06/1993
ROLLANDIN Auguste - Président de la Junte du 27/07/1988 au 25/09/1990 - Assesseur à l'Agriculture du 10/06/1992 au 9/12/1992
STEVENIN François
VALLET Franco - Assesseur au Travaux Publics du 10/06/1992 au 28/06/1993
VIERIN Dino - Assesseur à l'Instruction du 27/07/188 au 2/06/1990
VOYAT Ugo - Assesseur Finances du 27/07/1988 - 25/06/1990 - Assesseur au Tourisme du 10/06/1992 au 29/06/1993

2 X mille

Environnement15 Mars 2019 - 11:54

Comunicato Stampa Comunicato Stampa #FFF#Fridayforfuture Oggi è il giorno dei ragazzi di Greta! Quando si parla di politica ambientale, in Valle d’Aosta, è essenziale prima di affrontare qualsiasi aspetto di redazione e studio di nuove politiche, riconoscere il ruolo, che l’agricoltura ed i suoi protagonisti, grazie alle politiche elaborate dal Consiglio Regionale negli ultimi decenni, hanno svolto nella conservazione e gestione del nostro territorio, raggiungendo un obbiettivo, non affatto scontato negli anni del dopoguerra, quello di avere una Montagna Viva. E’ necessario, compiere dei passi avanti e continuare su questo solco, affrontando la sfida dei cambiamenti climatici e di uno sviluppo durevole. Dobbiamo interrogarci su come sviluppare un modello sociale ed economico che sia sostenibile, vale a dire un sistema di sviluppo, che lascerà il nostro territorio in una condizione simile, o anche migliore, alle generazioni future. La lotta contro il cambiamento climatico deve essere anche per il nostro movimento, un tema su cui confrontarci e diventare uno dei principali impegni della nostra politica ambientale. La lotta contro il cambiamento climatico deve essere la responsabilità di tutta la politica e deve essere, una riflessione che coinvolga tutti i settori dell’amministrazione. E’ ovvio che settori come turismo, ambiente, agricoltura, energia, costruzioni, lavori pubblici, pianificazione urbanistica, sono solo alcuni dei settori più coinvolti. Ma è necessario agire anche, culturalmente perché dobbiamo migliorare alcune nostre abitudini di consumo e di vita. L’Union Valdôtaine, ha il dovere, per l’amore e la fatica che i nostri vecchi hanno riversato verso il nostro territorio, di riflettere su questo tema e di farsi parte attiva per la promozione di tutti questi principi tra i Valdostani, con atteggiamenti razionali e non fideistici. Il ventunesimo secolo è il secolo della sfida ecologica. I governi di tutti i paesi dovranno mettere in atto politiche di sviluppo sostenibile e misure di protezione dell’ecosistema per garantire un futuro alle generazioni future. L’Union deve impegnare e coinvolgere i Valdostani su questa sfida, attraverso l’uso degli strumenti che la nostra Autonomia ci mette a disposizione. Ricordiamoci inoltre che sul tavolo dei rapporti con lo Stato, le nostre competenze in materia ambientale, dovranno essere difese, ampliate e rinegoziate. La Valle d’Aosta dovrà avere la libertà di agire efficacemente nella gestione delle risorse naturali, nella protezione dell’ambiente e nella lotta ai cambiamenti climatici. Lo sfruttamento delle nostre risorse naturali appartenenti al popolo Valdostano dovrà però:* essere parte di un approccio di sviluppo sostenibile; * rimanere coerente con il perseguimento dell’interesse generale e non semplicemente soddisfare gli interessi privati. La Valle d’Aosta, deve battersi per garantire l’integrità del suo territorio. Per quanto riguarda la lotta contro il cambiamento climatico, la Valle d’Aosta deve essere parte attiva per giungere, attraverso il coinvolgimento della macro regione alpina, alla partecipazione ai tavoli internazionali dove molto spesso la montagna non può far sentire la sua voce. In materia ambientale, come in altri settori, la Valle d’Aosta deve attivarsi per quanto possibile e coerentemente con le sue politiche di sviluppo durevole per elaborare, attraverso la collaborazione dei popoli delle Alpi, una strategia ambientale integrata e coerente perché la Montagna continui ad essere viva. La Valle d’Aosta ed i popoli delle Alpi non hanno più il tempo di aspettare che Roma e Bruxelles agiscano. I popoli delle Alpi devono diventare attori e protagonisti dell’elaborazione delle loro politiche ambientali. Consentendoci di sviluppare politiche in linea con i nostri valori, l’Autonomia è anche una difesa del nostro territorio! Aosta, lì 15 marzo

agenda

twitter

vidéos

images

2016 Rencontres sul le territoire

2015 Congrès des 3 et 4 octobre

Union Valdôtaine

29, avenue des Maquisards - 11100 Aoste
TÉL +39 0165 235181
E-MAIL siegecentral@unionvaldotaine.org
PEC unionvaldotaine@legalmail.it
PI 80007410071